Le favorite vanno in semifinale

I play offs hanno confermato i risultati della regular season: Val Pusteria - Alleghe e Bolzano - Cortina sono le semifinali al meglio delle sette partite in programma da martedì 20 marzo. C’è l’Alleghe di Mc Kenna al posto del Pontebba, ma la sottile differenza tra quarto e quinto posto faceva presagire un possibile ribaltamento, soprattutto in considerazione del roster ridotto dei friulani.

Tranquilla la marcia delle due ‘regine’ del campionato, Val Pusteria e Bolzano, che non hanno dato scampo ad Asiago e Fassa vincendo le rispettive serie in sole quattro partite. I ‘Lupi’ di Brunico hanno infierito sui rivali trovando anche un 7-0 dal sapore di vendetta per la finale persa lo scorso anno più da ingenui che da meno forti. Per parte loro, le ‘Volpi’ del capoluogo dell’Alto Adige non sono cadute nell’errore di sottovalutare gli avversari tanto che soltanto in gara 4 s’è vista una squadra meno concentrata, ma anche qui con la voglia di chiudere per evitare infortuni e stanchezza. Null’altro da segnalare se non un’ammonizione con diffida toccata, in gara 4, all’italo canadese Gigliati e che potrebbe condizionare il forte attaccante del Bolzano.

Tra Cortina e Valpellice il risultato era meno scontato, ma i piemontesi hanno finito col pagare gli sforzi fatti per recuperare in classifica dopo il disastroso campionato. Persa gara 1 per i venti minuti di sbandamento collettivo nel tempo centrale, gli uomini di Ivany hanno avuto l’occasione di pareggiare subito il conto nel successivo incontro casalingo (3-2 ad una manciata di secondi dalla sirena), ma una colpevole distrazione ha rimesso in partita gli ‘Scoiattoli’ capaci poi di vincere all’over-time. Anche gara 3 s’è risolta nei minuti finali (solita distrazione sul 3-3 e successivo gol cortinese a porta vuota). L’orgoglio ha poi portato alla Valpe il 2-0 casalingo che ha prolungato la serie, ma la squadra di Mair ha legittimato il passaggio del turno senza più nulla sbagliare in gara 5. Belle partite, ottimi portieri (Levasseur e Valiquette), più squadra il Cortina.

L’unica serie ad avere invertito la precedente classifica, quella tra Pontebba ed Alleghe, s’è risolta al sesto incontro regalando parziali sorprendenti che possono avere origine soltanto da: stanchezza, follie tattiche o folgorazioni individuali nel bene e nel male. Tranne che nella prima gara, risolta dalle ‘Aquile’ con voli radenti nel campo delle spaventate ‘Civette’, gli altri cinque confronti hanno fatto risaltare, a turno, quanto Mc Kenna e Pokkel sono stati capaci di costruire con gli elementi a disposizione. Compatto, cinico e ormai stanco il Pontebba; incostante, fantasioso e sovente svagato l’Alleghe. Si può dire che la contesa è stata risolta in gara 3 quando i friulani, pur portandosi in vantaggio nella serie, hanno perso per penalità di partita (e squalifica successiva di sei giornate) una delle loro punte di diamante, quel Kevin Devergiglio capocannoniere nella stagione regolare con 28 gol (61 punti) in 33 partite. Onore all’Alleghe, ma quanto sono costati al Pontebba i cinque minuti di follia del loro campioncino!

S’è concluso anche il ‘Relegation round’ con la vittoria del Renon (4-1 la serie sul Vipiteno), però prevedere ora se ci sarà, oppure no, una retrocessione è azzardato. L’hockey italiano è senza regole fisse dalla sua nascita, la presenza della LIHG non ha sicuramente migliorato le cose (vedi la querelle sull’impiego dei transfer-card) e lo dimostrano anche le recenti dimissioni del suo presidente Nilo Riva; staremo a vedere.

Val Pusteria e Bolzano sono ancora favoriti in semifinale; resta da vedere quanto conterà il ‘nulla da perdere’ con cui l’Alleghe affronterà l’invincibile armata e, nell’altra partita, quali soluzioni troverà Stefan Mair per continuare la splendida stagione di una squadra che ha nell’asse Levasseur-Oberg-Henningar il suo migliore atout. Kivelä e Insam non staranno a guardare; l’appuntamento è tra una quindicina di giorni.
 

Risultati dei quarti

Val Pusteria - Asiago 4 - 0
4-2 (2-1,1-1,1-0); 4-1 (1-0,2-1,1-0); 7-0 (3-0,3-0,1-0); 2-1 (0-0,1-1,1-0).

Bolzano - Fassa 4 - 0
5-2 (4-1,0-1,1-0); 2-0 (1-0,1-0,0-0); 4-0 (1-0,2-0,1-0); 5-4 (0-1,3-1,1-2,1-0)ap.

Cortina - Valpellice 4 - 1
5-1 (0-0,5-0,0-1); 4-3 (0-1,2-0,1-2,1-0)ap; 5-3 (1-0,1-1,3-2); 0-2 (0-0,0-1,0-1); 4-1 (0-0,2-1,2-0).

Pontebba - Alleghe 4 - 2
6-1 (2-0, 3-0, 1-1); 4-5 (1-3,2-1,1-0,0-1)ap; 4-2 (1-2,0-0,3-0); 2-3 (0-0,0-1,2-1,0-1)ap; 3-4 (3-1,0-0,0-3); 4-7 (2-1,2-3,0-3).

Relegation round

Renon - Vipiteno 4 - 1
5-3 (3-0, 1-2, 1-1); 4-3 (2-0,1-0,0-3,1-0)ap; 2-3 (1-2,0-0,1-0,0-1)ap; 4-1 (0-0,3-1,1-0); 3-2 (1-0,1-2,1-0).