Le scudetto torna in Alto Adige

Festa grande in Alto Adige nel mondo del ghiaccio: Carolina Kostner vince a Nizza il titolo mondiale del pattinaggio, mentre lo scudetto 2011/12 dell'hockey andrà a Val Pusteria o Bolzano.

Una stupenda Carolina Kostner, figlia di Erwin, uno dei migliori hockeysti degli anni '80 (nazionale alle olimpiadi di Serajevo e quattro volte vincitore del titolo italiano '76, '80, '81 con il Gardena, '90 con il Bolzano) e oggi coach del Gherdeina finalista in A2, ha entusiasmato il pubblico e conquistato il primo oro individuale per l'Italia; due giorni prima s'erano concluse le semifinali del campionato di hockey con un verdetto molto atteso: per il titolo, dopo due anni di supremazia veneta (Asiago), si tornerà a parlare in tedesco.

L'Alleghe di Mc Kenna ha fatto quanto ha potuto per opporsi pareggiando subito la serie con uno scatenato Hogebooom (4 gol) e poi risalendo dallo 0-2 in una decisiva gara 4 poi persa all'over time,  ma il Val Pusteria non s'è più concesso distrazioni ed ora sogna il primo scudetto della sua storia.

Più facile del previsto, invece, il successo del Bolzano sul Cortina: persa gara 1 di misura (senza recriminare poiché i padroni di casa hanno controllato sempre la gara), i cortinesi hanno denunciato i loro limiti fisici già nel successivo incontro di Cortina dove non hanno opposto nulla alla velocità di gioco di un Bolzano molto concentrato; il disastro di gara 3 si spiega soltanto con la disperazione di chi si rende conto che l'avversario ha sempre una pattinata di vantaggio e così Insam ha avuto la sua vendetta dopo la sconfitta in Coppa Italia; gara 4 è arrivata ai supplementari quasi soltanto per orgoglio, poi Mc Cutcheon ha chiuso la serie dopo appena 52'' e la bella favola degli scoiattoli di Stefan Mair s'è conclusa.

Chi vincerà ora? Lupi contro volpi: i lupi sono più affamati, le volpi più furbe; la provincia è con i lupi, la città con le volpi; i lupi di Kivela sono uno schiacciasassi dal quale ti puoi salvare soltanto con scatti e improvvise ripartenze, le volpi di Insam sanno scattare e ripartire. Difficile pronunciarsi, ma Brunico aspetta il trionfo da una vita e, se vale qualcosa, il Val Pusteria ha il tifo dei tre quarti della serie A italiana. Si dice: vinca il migliore... e il pronostico dice Pustertal!

RISULTATI DELLE SEMIFINALI

Val Pusteria - Alleghe 4 - 1 4-2 (3-2,1-0,0-0); 4-6 (1-2,1-0,1-3); 6-4 (3-0,2-1,1-3); 3-2 (0-1,0-1,2-0,1-0)ap; 6-2 (2-1,2-1,2-0).

Bolzano - Cortina 4 - 0 3-2 (2-1,1-0,0-1); 3-0 (2-0,1-0,0-0); 8-0 (1-0,3-0,4-0); 3-2 (0-0,1-0,1-2,1-0)ap.

NAZIONALE ITALIANA   Questi i convocati (43) dal coach Rick Cornacchia e il programma delle amichevoli degli azzurri in vista dei Mondiali di maggio in programma in Finlandia e Svezia:

PORTIERI: Thomas Tragust (Vipiteno), Andreas Bernard (Saipa-FIN), Daniel Bellissimo (Bofors-SWE).

DIFENSORI: Stefano Marchetti, Enrico Miglioranzi (Asiago), Nicholas Plastino (Bofors-SWE), Andrea Ambrosi, Christian Borgatello, Alexander Egger (Bolzano), Thomas Larkin (Colgate Un. – USA), David Bowman(Cortina), Andreas Lutz (Milano Rossoblu), Roland Hofer (Peliitat Heinola-FIN), Trevor Johnson, Florian Runer (Valpellice), Armin Hofer, Armin Helfer, Christian Willeit (Val Pusteria) Matthew DeMarchi (Vik Västerås-SWE), Fabian Hackhofer (Vipiteno).

ATTACCANTI: Simon Kostner (JYP Akatemia-FIN), Manuel DeToni, Nicola Fontanive, Vincent Rocco (Alleghe), Patrick Iannone (Aquile Friuli), Federico Benetti, Matteo Tessari, Mirko Presti (Asiago), Anton Bernard, Derek Edwardson, Marco Insam (Bolzano), Luca Felicetti (Cortina), Diego Iori (Fassa), Diego Kostner (Lugano), Luca Ansoldi (Milano Rossoblu), Daniel Tudin, Thomas Pichler (Renon), Luca Frigo, Robert Sirianni (Valpellice), Giulio Scandella, Ryan Watson (Val Pusteria), Markus Gander, Patrick Mair (Vipiteno).

14 aprile 2012, ore 18.00, Francia - Italia (Caen) 15 aprile 2012, ore 17.30, Francia - Italia (Tours) 24 aprile 2012, ore 20.30, Italia - Kazakhstan (Asiago) 26 aprile 2012, ore 20.30, Italia - Kazakhstan (Canazei) 27 aprile 2012, ore 20.30, Italia - Kazakhstan (Asiago) 1 maggio 2012, ore 20.30, Danimarca - Italia (Copenaghen)