Serie A : semple Val Pusteria - Bolzano fuori dalla Coppa Italia

L’atteso verdetto di metà stagione, quello che qualifica alle finali di Coppa Italia, è impietoso per i campioni in carica del Bolzano; a disputarsi il trofeo saranno: Val Pusteria, Alleghe, Renon e Valpellice. Così recita la classifica, e il Bolzano, quinto, paga un po’ di supponenza, giustamente. Gli abbinamenti in semifinale, sabato 12 gennaio, saranno 1/4 - 2/3: lo schiacciasassi (Val Pusteria) contro il go-kart (Valpellice), la Venere del momento (Alleghe) contro il capolavoro sempre incompiuto (Renon). L’evento, che si concluderà con la finale del 13 gennaio, sarà presentato in un prossimo articolo, per ora c’è da segnalare che con una classifica stile ‘Ligue Magnus’ (v. in basso) il Valpellice sarebbe stato terzo, (quarto il Renon) e avrebbe evitato d’incontrare i favoriti.

Il girone di ritorno è stato dominato dall’Alleghe, unica squadra imbattuta nelle nove partite e vittoriosa anche a Brunico, ma il Val Pusteria, pur perdendo per infortunio il portiere Jean-Sébastien Aubin (ne avrà fino a gennaio), ha confermato la sua compattezza mantenendo un netto vantaggio su tutte le inseguitrici. Alle loro spalle s’è messo in mostra Milano che si sta specializzando in vittorie dopo i tempi regolamentari, poi Renon, sempre regolare, e Asiago un po’ cresciuto. Bolzano ha avuto un periodo di appannamento totale che ha convinto la dirigenza a entrare pesantemente sul mercato: Tomas Duba dalla Repubblica Ceka per la porta e addirittura una stella NHL in difesa (lo svedese Niklas Hjalmarsson dal Chicago Blackhawks dove ha vinto la Stanley Cup nel 2010). I cali più vistosi in termini di punti sono quelli di Valpellice e Fassa, nove in meno del girone di andata, ma la Valpe aveva fatto scorta e rimane nelle parti alte pur lamentando qualche pausa inaspettata come il punto perso in casa contro le Aquile del Friuli o il passaggio a vuoto di Cortina; il Val di Fassa paga con qualche infortunio di troppo una prima parte dispendiosa oltre la reale forza. Risale leggermente il Cortina, mentre restano in fondo alla classifica le Aquile del Friuli capaci di giocare apprezzabili parziali, mai una partita intera.

A questo punto i rosters sono quasi quelli definitivi per quanto riguarda la ‘legione straniera’: l’Alleghe ha addirittura un transfer in più che obbliga qualcuno al turn-over, Asiago, Cortina, Fassa e Pontebba sono al completo, Milano (Knackstedt e Kinasewich) e Valpellice (Baier) hanno raggiunto la quota stabilita; in attesa restano soltanto il Val Pusteria, che ha perso Seabrook (il difensore ha scelto di smettere), il Renon che vuole sostituire Coassin e il Bolzano che potrebbe addirittura avere due posti se e quando Hjalmarsson dovrà tornare a Chicago. Un’interessante panoramica, di Andrea Sopperra, sugli stranieri impiegati nel campionato italiano la si può trovare sul sito di HockeyTime.

Scrivendo di emigranti, è il caso di ricordare anche gli italiani all’estero: dopo Andreas Bernard e Roland Hofer, accasati in Finlandia, Diego Kostner e Tobias Plankl in Svizzera (il primo a Lugano), gli ‘americani’ Tommaso Traversa e Federico Lacedelli, in questa stagione hanno attraversato l’oceano anche i giovani Riccardo Lacedelli (Northern Cyclones AtJHL) e Luca Frigo (Omaha Lancers USHL). Proprio quest’ultimo, diciannovenne ex ala del Valpellice e della nazionale under 20, ha meritato nelle scorse settimane la fotografia sulla home page del sito dei Lancers per  le sue prestazioni. Chissà che proprio dagli italiani all’estero possano, in futuro, arrivare quei rinforzi capaci di risollevare le sorti della nostra nazionale.

Già, la nazionale, quella rappresentativa guidata da Rick Cornacchia che durante la pausa del campionato, nella seconda settimana di novembre, ha collezionato figuracce contro Austria, Slovenia e Francia; la stessa deludente rappresentativa vista ai Mondiali di Stoccolma a Maggio, con qualche nome nuovo, ma sempre senza gioco, con buone individualità, ma capace soltanto di subire gli avversari e buttare dentro il disco sperando in Dio. Ah, quanto somiglia questa nazionale alla nazione! Sul piano politico s’è dovuto ricorrere ai tecnici, non vorrei che nel nostro caso per cambiare (finalmente) il tecnico si dovesse ricorrere ad un politico...

SERIE A - RISULTATI

10a 18/10/12
Val di Fassa - Cortina 1 - 4 (0-0, 1-1, 0-3)
Milano Rossoblu - Valpellice 0 - 1 (0-0, 0-0, 0-0, 0-0, 0-1) tab
Val Pusteria - Asiago 5 - 3 (1-0, 0-0, 4-3)
Aquile FVG Pontebba - Renon 2 - 3 (0-3, 1-0, 1-0)
Alleghe Hockey - Bolzano 4 - 0 (2-0, 1-0, 1-0)

11a 20/10/12
Bolzano - Milano Rossoblu 2 - 3 (0-2, 2-0, 0-0, 0-1) ap
Asiago - Val Di Fassa 2 - 1 (0-1, 0-0, 2-0)
Valpellice  - Aquile FVG Pontebba 4 - 3 (2-0, 0-1, 1-2, 0-0, 1-0) tab
Renon - Val Pusteria 4 - 0 (0-0, 2-0, 2-0)
Cortina - Alleghe Hockey 2 - 3 (1-1, 1-2, 0-0)

12a 25/10/12
Cortina -  Asiago 5 - 6 (3-0, 2-3, 0-2, 0-1) ap
Aquile FVG Pontebba - Bolzano 1 - 5 (0-1, 1-1, 0-3)
Val di Fassa - Renon 4 - 3 (0-2, 1-0, 2-1, 0-0, 1-0) tab
Val Pusteria - Valpellice 6 - 2 (3-1, 1-0, 2-1)
Alleghe Hockey - Milano Rossoblu 4 - 0 (1-0, 2-0, 1-0)

13a 27/10/12
Milano Rossoblu - Aquile FVG Pontebba 8 - 3 (3-1, 3-0, 2-2)
Renon - Cortina 3 - 1  (1-1, 0-0, 2-0)
Bolzano - Val Pusteria 0 - 6 (0-0, 0-4, 0-2)
Valpellice - Val Di Fassa 10 - 5  (3-0, 4-1, 3-4)
Alleghe Hockey - Asiago 2 - 1 (0-1, 0-0, 1-0, 0-0, 1-0) tab

14a 30/10/12
Asiago - Renon 3 - 2 (1-2, 1-0, 0-0, 1-0) ap
Val Pusteria - Milano Rossoblu 5 - 1 (1-1, 2-0, 2-0)
Cortina - Valpellice 4 - 1 (2-0, 2-0, 0-1)
Val di Fassa - Bolzano 3 - 7 (2-2, 1-4, 0-1)
Aquile FVG Pontebba - Alleghe Hockey 1 - 4 (0-1, 1-2, 0-1)

15a 01/11/12
Aquile FVG Pontebba - Val Pusteria 1 - 4 (0-2, 1-2, 0-0)
Valpellice - Asiago 2 - 1 (0-1, 0-0, 2-0)
Milano Rossoblu - Val Di Fassa 4 - 1 (2-1, 1-0, 1-0)
Bolzano - Cortina 3 - 4 (1-1, 0-1, 2-1, 0-0, 0-1) tab
Alleghe Hockey - Renon 4 - 3 (1-0, 1-3, 2-0)

16a 03/11/12
Renon - Valpellice 5 - 3  (2-2, 2-1, 1-0)
Val di Fassa - Aquile FVG Pontebba 1 - 4 (1-0, 0-0, 0-4)
Asiago - Bolzano 1 - 0 (0-0, 0-0, 1-0)
Cortina - Milano Rossoblu 2 - 3 (0-0, 2-0, 0-3)
Val Pusteria -  Alleghe Hockey 4 - 5 (2-1, 2-2, 0-2)

17a 15/11/12
Val Pusteria - Val Di Fassa 5 - 0 (4-0, 1-0, 0-0)
Bolzano - Renon 3 - 1 (1-1, 1-0, 1-0)
Aquile FVG Pontebba - Cortina 3 - 4 (2-0, 1-3, 0-1)
Milano Rossoblu - Asiago 3 - 2 (1-1, 1-0, 0-1, 0-0, 1-0) tab
Alleghe Hockey - Valpellice 3 - 2 (0-0, 2-1, 0-1, 0-0, 1-0) tab

18a 17/11/12
Valpellice  -  Bolzano 0 - 5 (0-1, 0-4, 0-0)
Cortina -  Val Pusteria 4 - 6 (2-1, 0-2, 2-3)
Renon - Milano Rossoblu 2 - 3 (1-0, 0-1, 1-1, 0-0, 0-1) tab
Asiago - Aquile FVG Pontebba 4 - 3 (2-1, 0-2, 2-0)
Val di Fassa -  Alleghe Hockey 0 - 2 (0-0, 0-1, 0-1)
 
CLASSIFICA: Val Pusteria 48 p., Alleghe Hockey 37, Renon 32, Valpellice 31, Bolzano 30, Milano Rossoblu 28, Asiago 25, Cortina 18, Val di Fassa 13, Aquile FVG Pontebba 8.

CLASSIFICA (à la française): Val Pusteria 32 p., Alleghe Hockey 28, Valpellice, Renon e Milano Rossoblu 23, Bolzano 21, Asiago 20, Cortina 14, Val di Fassa 10, Aquile FVG Pontebba 6.

CLASSIFICA LIGUE MAGNUS (à l'italienne après 9 j.): Angers p 25, Briançon 20, Grenoble 17, Dijon, Rouen et Villard de Lans 15, Morzine-Avoriaz et Epinal 14, Amiens 11, Gap, Mulhouse et Strasbourg 10, Chamonix 7, Caen 6.