Finalmente i play offs

Evviva: ‘Master round’ e ‘Relegation round’, le inutili appendici al campionato, almeno con la formula attuale, sono finiti e martedì 19 febbraio inizia la fase decisiva per l’attribuzione dello scudetto 2012/13. Ecco gli accoppiamenti con le percentuali di possibilità del superamento del turno; play offs: Renon - Cortina (90/10), Val Pusteria - Milano (90/10), Bolzano - Asiago (60/40), Alleghe - Valpellice (60/40); play out: Val di Fassa - Aquile FVG Pontebba (90/10). Se si deve credere ai numeri, avremmo dunque in semifinale Renon - Alleghe (o Valpellice), Val Pusteria - Bolzano (o Asiago) e le Aquile di Pontebba retrocesse; ma, per fortuna, lo sport si aggrappa anche a fattori umani che sovente smentiscono i numeri.

Inutile ricordare, parlando di fattori umani, che giocando su sette partite sia gli infortuni, sia le eventuali squalifiche, influenzano maggiormente il rendimento di squadre con pochi giocatori a disposizione; bisogna poi tenere in conto: l’abitudine allo stress psicofisico dell’eliminazione diretta, l’abilità degli allenatori nel variare il gioco incontrando molte volte lo stesso avversario, la forza morale che può arrivare da uno spogliatoio unito e la capacità dell’ambiente di assorbire gli inserimenti dell’ultima ora senza demoralizzare chi si ritrova in panchina dopo una stagione da titolare.

Detto questo, occorre rendere omaggio al Renon che ha disputato un eccellente ‘Master round’: su otto partite, sei vittorie (una ai supplementari) e due sole sconfitte (una ai supplementari). La mia squadra favorita per il titolo resta comunque il Val Pusteria, anche se con due incognite legate al recupero di Patrick Bona (importante per dare fantasia alla seconda linea) e alla salute fisica di Jean Sébastién Aubin che, nonostante i progressi dei giovani (in particolare Philipp Kosta), è il solo a garantire una percentuale di parate superiore al 90% senza la quale non si va da nessuna parte. Bolzano e Alleghe avranno le loro gatte da pelare già nei quarti: i campioni uscenti hanno ingaggiato all’ultima ora il ventitreenne portiere Tyson Sexsmith, ma sembrano usciti dallo stato di grazia dopo le partenze di Hjalmarsson e Duba e dovranno vedersela con un Asiago più rilassato da quando ha messo a guardia della porta Tyler Plante; nell’altro quarto l’Alleghe parte in vantaggio nei confronti diretti (4 vittorie di cui 2 ai rigori e 2 sconfitte - 1 ai rigori) con il Valpellice, ma ha perso 7-3 lo scontro diretto più importante, la finale di Coppa Italia. Per la gara di play out si può dire che il Val di Fassa non avrà problemi a regolare i resti delle Aquile di Pontebba, c’è soltanto da augurarsi che la quasi certa retrocessione non tolga il Friuli dalle statistiche dell’hockey di casa nostra.

Uno sguardo al di là delle Alpi porta a scoprire che la Coppa di Francia è stata vinta dal Briançon (2-1 in finale contro Angers) in una straordinaria festa dell’hockey disputata a Paris-Bercy il 17 febbraio davanti a oltre 13.000 spettatori. Dunque le Coppe 2013 d’Italia e Francia sono in bacheca a 50 km tra di loro in linea d’aria (la distanza tra Torre Pellice e Briançon, 104 km su strada attraverso il Monginevro). Un vero tuffo indietro nella storia se si pensa che i due club iniziarono ad incontrarsi nel gennaio del 1952 (Les Diables Rouges si chiamavano allora Etoile Sportive Briançonnaise) in un doppio confronto che vide la vittoria dell’HCV a Torre (6-3) e dell’ESB a Briançon (5-2); queste le formazioni - ESB: Bulland; Meano, Bertinet; Hellion, Ollagnier; Bayron, Chaine, Rozan; Chapasson, Barlier, Moral. - HCV: Frache; Cotta Morandini I, Pistamiglio; Quattrini, Pasquet; Cotta Morandini II, Malan, Saio; Giorda, Prat, Marini.

Parlare di Coppe mi riporta alla mente alcuni malumori captati tra il pubblico valpellicese dopo la conquista del primo trofeo a livello nazionale. Tutti si aspettano di festeggiare l’avvenimento: c’è Valpe - Val Pusteria il 22 gennaio, ottima occasione, coppa esposta in tribuna, biglietti scontati (10 Euro), ingresso gratuito per ragazzi e donne, si riempie lo stadio. Invece: la coppa la si vede soltanto a fine partita, i biglietti sono a 20 Euro, l’incasso è lo stesso, ma lo stadio è semivuoto. Come se non bastasse, uno striscione appeso sopra la curva Sud-Est recita “Grazie Presidente”! Negli stessi giorni, sul settimanale locale, lo sponsor Acqua Valmora fa uscire una pagina con la fotografia della squadra e la scritta “Grazie ragazzi”; aspetto con fiducia che lo striscione della curva Sud-Est sia aggiornato in sintonia con lo sponsor, penso anche che una società così legata al territorio potrebbe aggiungere un terzo striscione con “Grazie pubblico”, ma ...sto ancora aspettando e mi scopro malizioso. “Del pubblico si può fare a meno”, disse qualcuno; 1893 la media di spettatori nel 2009/10, 1839 l’anno successivo, poi 1578 e quest’anno con una squadra spettacolare 1598 (ma 1332 nel Master round). Se si vuole giustificare il trasferimento della squadra a Torino con il calo di spettatori, la strada è quella giusta...

SERIE A - RISULTATI
1a Master 17/1
Renon - Alleghe Hockey 5-3 (0-1, 2-2, 3-0) 
Bolzano - Valpellice 7-2 (1-0, 3-1, 3-1)
Riposa: Val Pusteria
1a Relegation
Cortina - Val di Fassa   3-2 (1-0, 0-2, 1-0, 0-0, 1-0) tab   
Milano Rossoblu - Aquile FVG Pontebba 3-1 (0-1, 2-0, 1-0)
Riposa: Asiago

2a Master 19/1
Val Pusteria - Renon 0-1 (0-1, 0-0, 0-0) 
Alleghe Hockey - Bolzano 2-3 (1-0, 1-2, 0-1) 
Riposa: Valpellice  
2a Relegation
Asiago - Cortina 6-2  (3-1, 1-0, 2-1)
Val di Fassa - Milano Rossoblu 0-3 (0-1, 0-1, 0-1) 
Riposa: Aquile FVG Pontebba

3a Master 22/1
Valpellice - Val Pusteria 4-7 (2-5, 2-0, 0-2) 
Renon - Bolzano 2-3 (1-0, 0-1, 1-1, 0-1) ap
Riposa: Alleghe Hockey
3a Relegation
Aquile FVG Pontebba - Asiago 0-4 (0-2, 0-1, 0-1)  
Cortina - Milano Rossoblu 3-5 (1-3, 1-0, 1-2) 
Riposa: Val di Fassa 

4a Master 24/1
Bolzano - Val Pusteria 5-0 (3-0, 1-0, 1-0) 
Alleghe Hockey – Valpellice 2-1 (1-0, 0-0, 0-1, 0-0, 1-0) tab
Riposa: Renon
Relegation
Milano Rossoblu - Asiago 1-6 (1-4, 0-2, 0-0)  
Val di Fassa – Aquile FVG Pontebba 4-3 (1-1, 1-1, 2-1) 
Riposa: Cortina

5a Master 26/1
Val Pusteria – Alleghe Hockey 4-1 (2-1, 1-0, 1-0) 
Valpellice – Renon 4-2 (0-0, 2-0, 2-2) 
Riposa: Bolzano 
Relegation
Asiago – Val di Fassa 3-4 (0-0, 1-2, 2-2)
Aquile FVG Pontebba  – Cortina 3-10 (1-4, 2-3, 0-3) 
Riposa: Milano Rossoblu

6a Master 29/1
Alleghe Hockey – Renon 5-6 (2-2, 2-2, 1-1, 0-1) ap
Valpellice – Bolzano 5-2 (0-0, 2-1, 3-1)  
Riposa: Val Pusteria
Relegation
Val di Fassa – Cortina 2-5 (0-2, 2-2, 0-1)   
Aquile FVG Pontebba  – Milano Rossoblu 1-5 (0-1, 1-0, 0-4)    
Riposa: Asiago

7a Master 31/1
Renon - Val Pusteria 4-3 (1-2, 2-0, 1-1) 
Bolzano - Alleghe Hockey 2-4 (0-1, 1-2, 1-1)  
Riposa: Valpellice  
Relegation
Cortina – Asiago 4-2 (0-0, 0-2, 4-0)  
Milano Rossoblu – Val di Fassa 5-2 (4-2, 1-0, 0-0)
Riposa: Aquile FVG Pontebba

8° Master 12/2
Bolzano - Renon 0-3  (0-0, 0-2, 0-1) 
Val Pusteria - Valpellice 4-1 (0-1, 3-0, 1-0) 
Riposa: Alleghe
Relegation
Asiago – Aquile FVG Pontebba 6-2 (3-1, 1-0, 2-1) 
Milano Rossoblu – Cortina 1-2 (0-0, 0-0, 1-2) 
Riposa: Val di Fassa

9° Master 14/2
Val Pusteria - Bolzano 3-1 (2-0, 0-0, 1-1) 
Valpellice – Alleghe 3-4 (0-1, 3-2, 0-1)
Riposa: Renon
Relegation
Asiago – Milano Rossoblu 1-0  (0-0, 1-0, 0-0) 
Aquile FVG Pontebba - Val di Fassa 4-9 (1-3, 3-3, 0-3) 
Riposa: Cortina

10° Master 16/2
Alleghe - Val Pusteria 4-3 (1-1, 2-0, 0-2, 0-0, 1-0) tab
Renon - Valpellice 7-4 (3-0, 3-1, 1-3)  
Riposa: HC Bolzano
Relegation
Hafro Cortina - Aquile FVG  Pontebba 4-1 (2-0, 2-0, 0-1) 
Val di Fassa - Asiago 3-2 (0-1, 0-0, 2-1, 1-0) ap 
Riposa: Milano Rossoblu

CLASSIFICA MASTER ROUND: Renon p. 53, Val Pusteria 52, Bolzano 49,, Alleghe Hockey 44, Valpellice 38. CLASSIFICA RELEGATION ROUND: Asiago p. 44, Milano Rossoblu e Cortina 38, Val di Fassa 25, Aquile FVG Pontebba 6.

CLASSIFICA LIGUE MAGNUS (à l'italienne: 3 p V, 2 p V ap/tab, 1 p D ap/tab, 0 p D)  aprés 25 j.: Angers p 61, Rouen 51, Briançon 50, Dijon 42, Chamonix 40, Grenoble 39, Amiens 38, Morzine-Avoriaz 37, Gap et Villard de Lans 36, Epinal 29, Strasbourg 27, Mulhouse 22, Caen 17.